giovedì 17 marzo 2016

Unito fra le migliori duecento d'Europa


L’ agenzia inglese Times Higher Education (THE) ha stilato la classifica “European University Top 200”, di cui solo 200, delle 6000 università europee, sono entrate nella graduatoria. Ad emergere sono due Atenei italiani della Toscana, ovvero la “Scuola Normale Superiore” e la “Scuola Superiore Sant’ Anna”. Queste due infatti si trovano rispettivamente in 50° e 90° posizione, quindi tra le prime 100. 

Nella Top 200 rientrano invece altre 17 Università italiane, che, aggiunte a quelle prima citate, danno un totale di 19. Tra queste 19, l’ Università di Torino si piazza al nono posto a pari merito con Milano, mentre nella graduatoria delle prime 200, si trova tra le posizioni 151 e 160. Da questa graduatoria emerge come l’ agenzia inglese ritenga migliori gli Atenei che appartengono quasi esclusivamente alla parte centro-settentrionale del paese, eccezion fatta per Roma. 

E’ opportuno però confrontare la diversità di budget a disposizione tra gli Atenei italiani e quelli inglesi, per esempio. L’ Italia, secondo una stima del 2014, aveva un budget pari a 13 miliardi di euro, mentre la Gran Bretagna circa 30 miliardi di sterline; ciò emerge anche nel rapporto tra numero di docenti e studenti, minore che in Italia. 

L’Università degli Studi di Torino ha però un motivo d’ orgoglio in più rispetto agli altri Atenei, in quanto tra i ricercatori più citati nelle riviste scientifiche italiane, 4 di questi lavorano all’interno dell’ Ateneo di Torino.

Alessandro Massari